Boato nella notte a Carmiano, ordigno sul Doblò del fratello di un carabiniere

attentato-carmiano-(3)

CARMIANO (Lecce) – Inquietante attentato nella notte a Carmiano, dove ignoti hanno piazzato e fatto esplodere un potente ordigno artigianale sul Fiat Doblò del fratello di un maresciallo in servizio a Campi Salentina e residente a poche decine di metri di distanza dal mezzo fatto saltare in aria.

Tutto è accaduto intorno alle 4, quando il boato ha destato di soprassalto tutti i residenti di via Villafranca e l’intero vicinato. La deflagrazione, oltre a distruggere completamente il furgoncino, ha mandato in frantumi i vetri degli infissi delle abitazioni, scoppiati a causa della violenta onda d’urto provocata dall’esplosione, nonché i vetri delle autovetture che erano parcheggiate lungo la strada, alla periferia del paese.

Dopo l’allarme lanciato dai residenti, sul posto sono intervenuti i militari del Norm della Compagnia di Campi Salentina, ai quali sono affidate le indagini. Dalla visione di alcuni filmati registrati dalle telecamere nei dintorni, gli investigatori avrebbero individuato l’autore: nei nastri, infatti, si nota un giovane, col volto coperto da un casco, piazzare l’ordigno e poi allontanarsi. Non è escluso che il destinatario dell’intimidazione sia il figlio del proprietario del mezzo, A.C., di 26 anni.

Si tratta dell’ennesimo attentato dinamitardo verificatosi a Carmiano negli ultimi mesi. Lo scorso 31 marzo, solo per citare l’ultimo in ordine di tempo, ignoti collocarono una bomba artigianale davanti il cancello d’ingresso dell’abitazione di un agente della Polizia penitenziaria, in servizio presso il carcere di Lecce.

attentato-carmiano-(3)
attentato-carmiano-(4)
attentato-carmiano-(2)
attentato-carmiano-(1)

NO COMMENTS